Blog

L’ascolto attivo e l’empatia possono contribuire a migliorare i rapporti di una persona sul luogo di lavoro, nelle relazioni di coppia e nelle relazioni di amicizia, nelle situazioni di stress e nei momenti in cui si devono prendere decisioni importanti. L’ascolto attivo e l’empatia possono essere legati tra loro, il primo funzionale alla seconda, ma non sempre chi è capace di ascolto attivo riesce ad essere empatico, mentre chi naturalmente è più empatico, avrà più facilità ad avviare l’ascolto attivo.


Che cos’è l’ascolto attivo?
L’ascolto attivo è una tecnica di ascolto che si può apprendere per favorire la comunicazione tra due persone. L’ascolto attivo consiste nell’ascoltare attivamente l’altro e nel cercare di capire a fondo quello che sta dicendo. L’ascolto attivo aiuta a creare un flusso di comunicazione e ad evitare i blocchi della comunicazione, facendo leva su quello che dice l’interlocutore, soffermandosi sui dettagli, rivolgendo domande per approfondire.


Che cos’è l’empatia?
L’empatia è la capacità di ascoltare profondamente l’altro, non tanto con le orecchie quanto con il cuore e il sentire personale, immedesimandosi nella sua persona e tenendo da parte il proprio ego e la propria storia personale. L’empatia permette di entrare in contatto profondo con l’altro, di metterlo a suo agio perché si sentirà capito, di comprenderlo realmente per quello che è o sente, senza giudicare o criticare.
L’ascolto attivo può essere funzionale e favorire l’empatia, può fungere come porta d’accesso ad un sentire più profondo e ad una vera e propria empatia.

Lascia un Commento


Aggiorna Codice di sicurezza

Vuoi richiedere un appuntamento?

Privacy Policy Cookie Policy